VISTE

le fatture ricevute a seguito della nostra richiesta (ns. rif.: 2015/TV/017) del 17 aprile 2015 relative all’ACSR (di € 77.664,98);

e quelle relative al CEC (di € 93.513,41);

per un totale generale di € 171.178,39;

VISTE

le fatture inviate dopo una nostra nuova richiesta del 12 maggio 2015 (ns. rif. 2015/TV/025) relative all’ACSR (di € 86.198,07);

e quelle relative al CEC (di € 96.711,75);

per un totale generale € 182.909,82;


VISTO

quanto comunicatoci dall’ACSR in data 12 novembre 2015 prot. 2876 alla nostra richiesta del 13 ottobre 2015 (ns. rif. 2015/TV/050) e cioè che «dopo puntuale verifica nei nostri archivi, la documentazione amministrativa e fiscale allegata alla richiesta di documentazione, è completa, infatti tutte le copie delle fatture allegate relative all’anno 2014 sono quelle emesse dalla scrivente per il servizio di trattamento e smaltimento rifiuti provenienti dal comune di Tarantasca»; confermando quindi la spesa di € 86.198,07;

VISTO

quanto rispostoci dal CEC che in data 28 gennaio 2016 alla nostra richiesta del 13 ottobre 2015 (ns. rif. 2015/TV/049), dopo più sollecitazioni, ha fornito la seguente tabella:

N. FT Data FT. Descrizione Importo con IVA
70 31/01/2014 canone 1° trimestre 19.832,71
84 31/01/2014 Rateizzazione arbitrato 2006/2009 4.723,13
164 08/04/2014 canone 2° trimestre 19.832,71
495 24/07/2014 canone 3° trimestre 22.533,75
635 20/10/2014 canone 4° trimestre 22.526,79
768 31/12/2014 Storno distribuzione massiva -907,50
70 26/02/2015 Integrazione A.E. 2014 9.528,75
FT. da Tarantasca a CEC onguaglio Raccolta differenziata 2014 -3.067,08

PER UN TOTALE DI € 95.003,26;

Dal 01/01/2014 è iniziato il nuovo appalto affidato al RTI Idealservice;

Docks Lanterna e dal 01/07/2015 ha avuto avvio la raccolta porta a porta;


CONSIDERANDO

  1. che la fattura CEC 590 del 31.12.2013 di € 7.425,00, fattaci avere il 17 aprile 2015, avendo come impegno di spesa l’anno 2013 non doveva essere computata per cui il totale generale comunicatoci doveva essere di € 163.753,39 e non di di € 171.178,39, con una differenza di € 7.425;
  2. che anche le fatture del secondo Vostro invio per quanto riguarda l’ACSR non debbano essere computate le fatture n. 953 del 2013 di € 8.296,73 (impegno di spesa del 2012); e n. 1006 del 2013 di € 236,36 (impegno di spesa del 2013); mentre per quanto riguarda la CEC è stata inserita la fattura n.361 del 30.06.2014 di € 7.262.66 (impegno di spesa 2014) e sono state tolte le fatture n. 590 del 31.12.2013 di € 7.425,00 e la nota di accredito n. 610 del 31.12.2013 di € 3.360,00 (impegno di spesa 2013). Per questi motivi il totale generale si sarebbe attestato a € 159.689,07;
  3. il totale generale di quanto comunicatoci dal CEC e dall’ACSR che è di € 181.201,33;


CONSIDERATO ALTRESÌ

  1. che per quanto riguarda la CEC non ci è mai stata fornita la fattura n. 361 del 30.06.2014 di € 7.262,66 (impegno di spesa 2014), mentre sono state tolte, tra un invio e l’altro, due fatture del 31.12.2013 per € 7.425,00 e la nota di accredito n. 610 del 31.12.2013 per € 3.360,00 con impegno di spessa 2013 e aggiunte la nota di accredito n. 768 del 31.12.2014 per € -907,50 e fattura n. 74 del 26.02.2015 per € 9.528,75, come anche la fattura inviata dal Comune di Tarantasca alla CEC per € -3.067,08;
  2. con il “Piano finanziario e determinazione TARI 2014”, come da Verbale di deliberazione del Consiglio comunale n. 25/2014, è stata approvata una copertura al 100% pari a € 203.063,00 alla quale va aggiunto il contributo del 5% per la Provincia, per un totale di € 213.216,15, arrotondato a € 214.000,00;

INTERROGA IL SIG. SINDACO, L’ASSESSORE COMPETENTE E IL CONSIGLIO COMUNALE

  1. al fine di avere copia delle fatture n. 768 del 21.12.2014 e n. 74 del 26.02.2015 e copia della fattura del Comune inviata alla CEC per permetterci di verificare a quale anno si riferisca l’impegno di spesa;
  2. di sapere il motivo della differenza tra quanto effettivamente speso e quanto chiesto ai tarantaschesi per il servizio di raccolta e smaltimento rifiuti per l’anno 2014, tenendo presente che, in caso di risposte evasive o comunque non esaustive, verrà inviato un esposto alla Corte dei Conti della Regione Piemonte al fine di capire la correttezza dell’operato di codesta Amministrazione;
  3. che ci venga fornito, come già chiesto invano il 12 maggio 2015 (ns. rif. 2015/TV/025) l’elenco di coloro che non hanno pagato la tassa rifiuti 2012 e l’importo ancora da incassare.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Giugno 2021
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
30 31 1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 1 2 3
  • Fatemi capire bene, in consiglio votate a sfavore di ...

    Leggi tutto...

     
  • ...ahahah...intanto mio figlio dorme ancora parecchie ...

    Leggi tutto...

     
  • ...sig! parto affranta perchè avevo già scritto un ...

    Leggi tutto...

     
  • Sarebbe interessante sapere della lista di attesa non ...

    Leggi tutto...

     
  • Attenzione che il mio cane ha il copyright!! Non ...

    Leggi tutto...